Museo dei grandi fiumi a Rovigo

Exif_JPEG_PICTURE 

Al primo piano dell’ex monastero olivetano di Rovigo seguiamo i passi dell’umanità che i due grandi fiumi del nord Italia, il Po e l’Adige, hanno reso prospera. Ci si lascia ipnotizzare dall’evocazione dell’acqua con onde di creta e trasparenze di vetri, da animali di terra e d’acqua modellati in argilla e come in attesa di un nome che dia loro la vita. Si cammina nella preistoria immersi nella penombra, dove le prime tracce di perizia umana emergono negli oggetti d’uso, semplici e belli. Si rivivono riti lontani, miti che nel nostro intimo danno ancora forma alla realtà.

Nel Museo dei Grandi Fiumi ci si muove senza far rumore, senza parlare, per non distruggere l’atmosfera che ci avvolge, testimoniando un passato in cui l’uomo ha fatto di tutto per emanciparsi da Madre Natura.

La ricostruzione di una casa romana, di un ponte, il lavoro degli agrimensori ne sono le prime, grandi prove di forza. Nelle teche gli oggetti della vita quotidiana riportano a necessità più materiali e la natura appare solo in una decorazione elegante a bassorilievo sul marmo. I due fiumi diventano vie d’acqua di cui si serve il commercio e lo scambio di genti.

 

il lavoro degli agrimensori - foto proprietà del museo

il lavoro degli agrimensori – foto proprietà del museo

 

Si arriva al medioevo, ai cavalli bardati, ai misteriosi mantelli, agli strumenti musicali, ai campanili che indicano la casa di Dio ai cittadini e ai pellegrini, chiamando l’umanità con lo squillare di campane, come i grandi alberi chiamano insetti e uccelli col fruscio delle foglie, col profumo dei fiori.

Ci si risveglia nei nuovi spazi dedicati al Rinascimento con le sue pianificazioni, con le linee rette, con le bonifiche dei terreni alluvionali intorno ai fiumi.

Dalle finestre del Museo dei Grandi Fiumi entra la luce del sole, non più filtrata dalle tende.

Adesso possiamo fare buon uso della conoscenza che il lungo cammino della civiltà ci ha portato, per rendere giustizia alla Natura che ci è madre.

 

www.museograndifiumi.it

in provincia di Rovigo ci sono alberi monumentali interessanti da vedere

 

 

 

Bookmark the permalink.