I signori alberi del Museo Giovio a Como

 

Exif_JPEG_PICTURE

Ippocastano del Museo Giovio

 

Nella bella Como vivono alberi ultracentenari che, soprattutto da Aprile a Novembre, esprimono al meglio la loro grazia. Semi-nascosti oltre il cortile del museo Giovio, in cima a via Vittorio Emanuele II, un ippocastano e un platano, ai lati opposti di una fascinosa scalinata barocca, sono i meglio custoditi. Il momento migliore per apprezzare l’ippocastano è Aprile, quando distribuisce equamente sulla chioma i suoi fiori disposti a pannocchia, coi calici bianchi che all’interno hanno una macchia color giallo brillante. Serve alle api per trovare più facilmente il nettare nel fondo e a farsi impolverare di polline. Dopo la fecondazione la macchia diventa rosa acceso, come segnale che lì tutto è già stato compiuto e sta avvenendo la trasformazione in castagne per noi immangiabili, ma buon foraggio per i cavalli, oltre che medicinali. Fino a cinquecento anni fa la specie si trovava principalmente nei Balcani, poi è stata portata da noi, come tanti altri alberi naturalizzati italiani. Il platano lo avevano importato gli antichi romani dalla Grecia, che si onora di averne uno di duemila anni. E’ fra le specie d’alberi più alta e robusta delle nostre regioni, dove Napoleone e la famiglia Savoia hanno contribuito a diffonderlo. Resiste bene all’inquinamento ma le scriteriate mutilazioni che vengono spacciate per potature, lo indeboliscono e lo fanno ammalare.

 

Exif_JPEG_PICTURE

platano del Museo Giovio

 

I due alberi, oltre a rendere molto più bello il cortile, fanno da filtro all’inquinamento e al rumore del traffico che, al di là del muro di cinta, aggredisce la città. In estate, contribuiscono con gli altri alberi a mitigare anche il calore del sole e degli automezzi, riducendo la necessità di condizionatori d’aria, che raffrescano gli interni ma aumentano il calore esterno.

Quanti sanno che le piante sono esseri viventi sensibili e capaci di interagire con altre piante, con gli animali e con i fenomeni naturali?

Conoscere gli alberi permette di piantare quelli giusti nel posto giusto e trattarli adeguatamente, in modo che svolgano il loro importante lavoro al meglio. In città ce n’è tanto bisogno.

 

 

Per conoscere quali begli alberi monumentali ci sono a Como e provincia, cliccare qui

Per quelli di tutte le altre provincie italiane, cercare nel menu di sinistra la voce Alberi monumentali

Per conoscere le caratteristiche affascinanti e utili degli alberi, imparando anche a distinguerli, acquistate il mio libro ALBERI DELLA CIVITA’

Per trovare i link a tutti gli articoli pubblicati finora nella categoria PIANTE, cliccare qui

 

Bookmark the permalink.