Proposte di escursioni per un giorno in Lombardia

Exif_JPEG_PICTURE

Chiavenna – i crotti di piazza Pratogiano

 

Nei viaggi di un giorno che presentiamo verrete trasportati nel mondo fantastico che si trova dietro le apparenze imperturbabili delle piante. Scoprirete i diversi linguaggi che usano per comunicare fra di loro e con gli animali, le strategie che impiegano per ingrandire le proprie famiglie, le innumerevoli collaborazioni che intrecciano con altre forme di vita. L’inventiva umana si confronta qui con quella della natura e se ne nutre.

 

Exif_JPEG_PICTURE

dettaglio dellambiente naturale dei crotti lungo il fiume Mera a Chiavenna

 

CHIAVENNA – LA NATURA CHE SORPRENDE

23 giugno – prenotazioni entro il 16 giugno all’indirizzo info@karisevents.com – costo per la giornata intera, pranzo compreso, € 65,00

Chiavenna è piena di sorprese. Faremo la conoscenza prima di tutto coi crotti, tipiche baite costruite a ridosso dei massi ciclopici caduti dalle montagne in epoca glaciale, dentro cui filtra tutto l’anno l’aria delle grotte a dieci gradi centigradi, che risulta freschissima in estate e tiepida in inverno. Nei crotti si sono sempre conservati i cibi, che si mangiavano poi con la famiglia o gli amici, soprattutto in estate. Vedremo da fuori quelli di Prata di Camportaccio, quelli del centro di Chiavenna e quelli lungo il fiume Mera, nella frazione di Prosto. Sarà come entrare in villaggi di elfi, pieni di alberi, di felci, di muschi. Alcuni sono stati adattati a ristoranti e in uno di loro pranzeremo, dopo aver visitato centro storico, attraversato dal fiume Mera.

Visiteremo quindi l’orto botanico più scenografico d’Italia, che svetta al di sopra della città, su massi ciclopici. Qui avvicineremo piante originarie di tanti Paesi stranieri e le celebri “marmitte dei giganti”, bacini scavati dall’acqua quando ancora la zona era coperta dai ghiacciai. Infine visiteremo le vicine cascate dell’Acquafraggia, dove l’acqua che precipita a valle scorre verso il fiume Mera dopo essersi raccolta in vasche in cui fare un bagno rinfrescante.

Per approfondimenti su Chiavenna cliccare qui ,  sull’Orto Botanico cliccare qui , sul Mulino Bottonera cliccare qui

 

 

 

SULLE TRACCE DEI CERCATORI DI PIANTE NELLA CITTA’ GIARDINO

Exif_JPEG_PICTURE

giardino di villa Toepliz

 

16 giugno – prenotazioni entro il 9 giugno a info@karisevents.com – costo per la giornata intera 40 euro

Varese ospita ben 10 giardini storici aperti al pubblico, con alberi che arrivano ai duecento anni di età e di cui la maggior parte viene dall’America e dall’Asia. Alcuni di loro sono tuttora sacri nei Paesi di provenienza, altri lo erano in Europa e sarà possibile sapere quali straordinarie virtù li hanno resi tali.

Si visiterà quello di villa Mylius, con molti alberi ultrasecolari originari dell’oltremare, poi quello di villa Baragiola che ospita una sequoia gigante e dove un secolo e mezzo fa è stata costruita dai proprietari di allora una dacia ungherese in legno, ancora ben conservata. Pausa pranzo libero e infine si passeggerà nel più spettacolare, il Giardino Estense, con le settecentesche gallerie di carpini e, nella continuazione della villa Mirabello, un incomparabile cedro del Libano fra molti altri giganti vegetali.

 

LA FIORITURA DEL LOTO SUL LAGO DI MANTOVA

fiori-di-loto

 

21 Luglio – prenotazioni entro il 15 Luglio scrivendo a info@karisevents.com – costo per il pomeriggio e sera, con escursione in battello in mezzo ai fiori  € 60,00

Un’escursione poetica per navigare in mezzo ai grandi fiori e foglie che ogni anno si aprono, emergendo dalle acque poco profonde che il fiume Mincio ha formato intorno a Mantova. Prima della navigazione in battello si visiterà il santuario della Beata Vergine Maria delle Grazie, che ha un coccodrillo tassidermizzato sospeso sotto il soffitto. Alla fine dell’escursione fluviale si potrà visitare la Mantova serale e cenare prima del rientro. Spiegazioni e narrazioni sull’affascinante vita dei fiori di loto, delle piante e degli animali acquatici, compresi i coccodrilli che venivano appesi nelle antiche farmacie o, come qui, nel santuario della Madonna.

 

GIARDINI HELLER DI GARDONE RIVIERA E BORGO DI CASTELLARO LAGUSELLO

Exif_JPEG_PICTURE

 

 5 Agosto – prenotazioni entro il 28 luglio a info@karisevents.com – costo per la giornata € 55,00

Quando alla bellezza delle piante si allea quella delle opere umane, la sensazione che si prova nel vederle e starci in mezzo è di vera beatitudine. Con questo scopo André Heller, artista austriaco che, come molti suoi conterranei ha un debole per l’Italia e in particolare per il Lago di Garda, si è preso cura dal 1989 di un giardino del genere davanti alla sua villa a Gardone Riviera, dove fra piante da tante parti del mondo hanno un posto ideale le opere di artisti altrettanto vari. Gardone Riviera è la piacevolissima città con un centro storico ben conservato e dove i giardini pubblici e privati ispirano il desiderio di pace. Anche Castellaro Lagusello fa parte dell’associazione “I Borghi più belli d’Italia”.

 

NATURA E GENIO DAL PARCO DI MONZA AL TRAGHETTO DI IMBERSAGO

Exif_JPEG_PICTURE

l’ottocentesco ponte in ferro di Paderno (BG)

 

Il parco pubblico più esteso e ricco della regione è quello della villa reale di Monza, voluta da Napoleone Bonaparte per il figlio adottivo, Eugenio di Beauharnais. Vedremo il grande roseto multicolore davanti al palazzo per poi andare nel parco con laghetti e ruscelli, a conoscere l’albero delle lanterne e quello dei ventagli, quello della vita e quello della morte, fra i tanti altri che hanno trascorso qui già quasi due secoli e di cui molti vengono da Paesi lontani.

Andremo poi per una ventina di chilometri verso il fiume Adda, che porta l’acqua del lago di Como verso Milano e il Po, dove il bellissimo ponte in ferro ottocentesco sul fiume si innalza come un arcobaleno a 80 metri di altezza, sopra i navigli progettati da Leonardo da Vinci nel cinquecento. Con un altro piccolo spostamento vedremo infine il traghetto di Imbersago, costruito secondo il sistema ideato dallo stesso artista ingegnere che molto ha lavorato nella regione.

 

 

ALBERI MONUMENTALI LUNGO LA VIA REGINA

rogolone-da-streghecattive-del-nord

il rogolone – foto da streghe cattive del nord

 

Partendo da Como e viaggiando in pullman lungo la via Regina, la strada panoramica che costeggia la sponda occidentale del Lago di Como, conosceremo splendidi alberi monumentali: il cedro del Libano e l’ippocastano di villa Olmo, la magnolia sempreverde a Mezzegra, il canforo, i calocedri e cedri deodara all’interno del Parco pubblico Olivelli-Meier di Tremezzo, due imponenti platani antistanti la Villa Carlotta, e più avanti un glicine notevole. Sono tutti alberi ormai familiari, ma originari dell’Asia e dell’America, messi a dimora nel parchi signorili in gran parte nell’ottocento per la loro bellezza. Ciascuno di loro, però, possiede molte virtù benefiche per noi umani, per gli animali e per le altre piante, che vi sorprenderanno. Pranzo in tipico ristorante con cucina di lago e nel pomeriggio passeggiata da Grandola per ammirare il Rogolone, monumentale quercia di varie centinaia d’anni, che signoreggia in una radura, ricordando col suo portamento e la sua mole, che in Europa le querce sono state sacre.

 

 

 

IL PARCO DEL SEMPIONE

Exif_JPEG_PICTURE

 

7 Ottobre

Parigi è collegata idealmente a Milano attraverso il Parco del Sempione, che prende il nome dal passo alpino verso cui è rivolto e alla strada che dal Duomo, attraverso l’Arco della Pace, si dirige verso la Svizzera e raggiunge la capitale francese. Altro collegamento fra le due città è Leonardo da Vinci, che ha lavorato a Milano per gli Sforza e successivamente per il re di Francia Francesco I. Leonardo era appassionato di musica e nel Castello Sforzesco aveva suonato per Ludovico il Moro una lira in argento. Nel castello c’è il museo degli strumenti musicali antichi provenienti da varie parti del mondo, così come lo sono gli alberi del parco, di cui molti hanno superato il secolo di età. Nel fare la loro conoscenza, condivideremo l’entusiasmo degli architetti che già dai primi anni dell’ottocento hanno progettato  giardini romantici come questo, cercando di ricreare l’atmosfera delle foreste esotiche di cui erano originari.

 

Informazioni e prenotazioni da KARIS EVENTS – via San Gottardo, 49 – 6828 Balerna (CH)

Mob. +41 (0)76 448 6830   info@karisevents.com​ – ​www.karisevents.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bookmark the permalink.