MURI SENSIBILI – terrecotte (era casa mia)

 

il mio attico con terrazza dove abitavo prima del 2002

muri sensibili – faccia di quattro facciate

facciata est - l'intuito

facciata est – l’intuito

 

La faccia, parte fra le più espressive del corpo, fa affiorare negli occhi e sulla bocca le sensazioni e i sentimenti, nel continuo ribollire del magma vitale che si fissa in forme e colori. Porta il mondo individuale in quello di tutti e contribuisce al suo disegno

 

fontanella vicino all'uscita est

fontanella vicino all’uscita est

 

 

Anche la casa, che può essere a buon titolo considerata il corpo dei corpi umani, può avere una faccia, capace di comunicare la vita interiore dei propri abitanti, ai vicini ed ai passanti, interrompendo la monotona inespressività che la paralisi del sentimento produce. L’indifferenza, l’incuria l’aridità, si materializzano nelle forme che l’uomo blocca nel proprio corpo quanto nei muri delle case, che diventano allora nient’altro che imballaggi dell’umanità.

 

facciata sud - il fiuto

facciata sud – il fiuto

 

Ma, proprio dell’umanità, è il potere di intervenire sulla forma, per accedere all’essenza, stasando i percorsi dell’energia creativa. Le forme visive, sonore, olfattive, tattili, gustative suscitano echi interiori, risvegliano il cuore. Gli organi di senso rivelano le vie di comunicazione fra l’umanità ed il resto dell’universo. In questo risiede il valore dell’arte, creazione attraverso i sensi e verso i sensi, nutrimento ed espressione dell’immaginazione, risorsa fra le più preziose dell’uomo.

 

bassorilievo di terracotta bianca sulla facciata sud

bassorilievo di terracotta bianca sulla facciata sud

 

facciata ovest, l'udito

facciata ovest, l’udito

 

Milioni di case asfissiate per mancanza d’amore e di educazione dei loro costruttori, ottuse e inespressive, potrebbero rivelare, però, insospettabili risorse, se i loro abitanti lo rendessero possibile.

 

facciata nord - la vista e il gusto

facciata nord – la vista e il gusto

 

La linfa vitale del colore si diffonderebbe sulla pelle amorfa dei loro muri, sulle palpebre livide dei loro balconi, negli occhi spenti delle loro finestre, nelle bocche serrate delle loro porte.

 

bassorilievi in terracotta della facciata nord

bassorilievi in terracotta della facciata nord

 

L’insopportabile monotonia dell’edilizia a buon mercato si sottrarrebbe al destino infame di essere vittima e carnefice della bellezza.

 

nido nel bosco - terracotta

nido nel bosco – terracotta

 

E’ questo che ho voluto esprimere dando ai muri della mia casa, che è anche il mio studio ed il mio spazio espositivo, i segni della vita che essi racchiudono. Le ho attribuito gli organi di senso, ma anche l’intuito, raffigurandoli nella loro natura multiforme, analoga al sistema sensoriale con cui la terra manifesta la propria vita.

 

image026

 

Sorride, la mia casa, guardandosi intorno: ma le altre mostrano solo facciate.