Blog

Affinità e contrasti delle piante

by in Piante

Exif_JPEG_PICTURE

 

 Anche fra le piante, come fra tutti i viventi, ci sono attrazioni e repulsioni, dovute ad affinità e discordanze. Le più aromatiche, come la menta, la lavanda, il timo, devono essere sistemate a distanza, in modo che non si danneggino a vicenda. È bene che i garofani abbiano uno spazio autonomo, dato che il loro consumo di acqua e di calore danneggerebbe i vicini. Rose e aglio, invece, pur avendo forti aromi contrastanti, stanno volentieri insieme perché complementari nelle necessità. Inoltre, l’aglio allontana i parassiti, anche se se ne interra un solo spicchio ditro di loro.

I piselli e le fragole si trovano bene nelle vicinanze delle patate, mentre queste ultime detestano i pomodori. Da parte sua, il prezzemolo prospera vicino alle carote ed il grano si sviluppa meglio quando ha presso di sè papaveri e margherite. La centaura, invece, ama la segale. Il ribes è nemico dei lamponi, mentre la fucsia va pazza per le felci e il tagete è amico di tutti, perché con il suo odore tiene lontani i parassiti, soprattutto quelli di patate e pomodori. Dove cresce la digitale purpurea, tutte le piante intorno stanno benissimo. Le fragole sono felici vicine alla borragine, mentre salvia, timo, menta e rosmarino sono ottimi compagni dei cavoli. La ruta, invece, è nociva al basilico e alla salvia. I gladioli sono dannosissimi per le fragole, piselli e fagioli. Piantare rape, serve ad eliminare la gramigna

Fra gli alberi, c’è simpatia fra olivi e carrubi, che in Sicilia vivono sugli stessi terreni, così come il fico e la ruta, diventano più floridi se stanno vicini. C’è un fungo le cui ife sotterranee crescono in cerchio, facendo deperire l’erba. Un tempo, non comprendendo il motivo, si diceva che quello fosse il cerchio delle streghe.

Il frassino, albero di tradizione magica, dai germogli neri, non va piantato vicino ad altri, tantomeno ai rampicanti. Anche il noce è poco adatto alla convivenza. La vicinanza dell’alloro, invece, pare sia utile a tutti. Un tempo si credeva che tenesse lontani i fulmini.

Tenere conto di questi aspetti, permette di coltivare meglio e contribuisce alla sostenibilità ambientale e alla qualità della vita.