Blog

Animali coltivatori

by in Animali, Piante
solanum lycocarpum da pinterest-arvores.brasil.nom.br

Solanum lycocarpum – foto da pinterest-arvores.brasil.nom.br

 

Che una specie tropicale di formiche dette “tagliafoglie” fosse coltivatrice di funghi per il proprio consumo, non è una novità per chi conosce gli animali. Ma queste stesse formiche, in Brasile collaborano anche con un lupo per la coltivazione di una pianta. Il crisocione, discendente di antichi canidi, nel comportamento e nell’alimentazione ha poco in comune coi lupi più moderni, perché oltre a nutrirsi di carne, mangia una specie di grosso pomodoro, indispensabile alla sua buona salute. Non per niente la pianta è chiamata “lobeira”, che all’incirca significa “lupesca”, mentre il suo nome scientifico è Solanum lycocarpum, cioè “solanacea dai frutti del lupo”. Così come succede spesso in natura, si è creata una catena di collaborazioni fra animali e pianta per la sua coltivazione, che giova a tutti.

 

Chrysocyon brachyurus da wikipedia.orgSpencer Wright

Chrysocyon brachyurus – foto di Spencer Wright da Wikipedia.org

 

Fin dai tempi più lontani, dopo aver mangiato i frutti il lupo rilascia i suoi escrementi pieni di semi, sopra gli unici punti leggermente rialzati nella piatta prateria dall’erba alta: i nidi delle formiche tagliafoglie. Le formiche prendono i semi e li portano nei loro vivai sotterranei, come fanno con le foglie tagliate, per alimentare i funghi che coltivano. Una parte dei semi, però, invece di essere sminuzzata viene lasciata intatta e allontanata. Così la pianta può crescere e produrre frutti, di cui si nutre il lupo, che provvede poi a favorirne una nuova generazione nel modo consueto.

 

formiche-tagliafoglie da Paperblog

formiche tagliafoglie – foto da Paperblog

 

I link a tutti gli articoli pubblicati finora li trovate qui