Blog

FITO-DEPURAZIONE: COME LAVORANO LE PIANTE

by in Soluzioni naturali
berlin

impianto di fito-depurazione realizzato negli anni 70 a Berlino

 

Tutti i vegetali sanno trasformare elementi di scarto di varia natura, rendendoli utili come nutrimento per sé e per l’ambiente circostante. Applicando questa conoscenza alle necessità pratiche di depurare le acque reflue domestiche e, a volte, industriali, si sono utilizzate le piante che normalmente vivono in ambiente umido. Creando vicino alle abitazioni, un percorso che renda possibile la raccolta, la sedimentazione e il deflusso delle acque grigie e nere, si sono realizzati impianti non solo rispettosi dell’ambiente, ma anche dell’estetica. Occorre un bacino impermeabilizzato e riempito di ghiaia, dove far crescere piante palustri, che coi loro rizomi sono particolarmente efficaci nell’assorbire sostanze inquinanti e nell’ossigenare l’acqua. Infatti trasportano ossigeno dalle foglie alle radici, sulle quali aderiscono i microrganismi che partecipano alla trasformazione di azoto e fosforo del refluo, in gas. Questi, nell’aria vengono catturati con le foglie da altre piante e trasformati in cibo.

Un simile sistema è consigliabile in modo particolare per case singole che si trovino fuori dal centro abitato. E’ però possibile realizzarlo anche in città, come è successo a Berlino, già negli anni ’80. Qui, un ampio spazio di terreno fra condomini è stato riservato, con risultati estetici molto gradevoli, ad un sistema elegante e discreto di depurazione delle acque di scarico, tramite il lavoro delle piante. Diecimila metri quadrati mossi da rilievi, alberi, arbusti, sono un piccolo parco in cui la conservazione e depurazione delle acque piovane ha permesso di realizzare laghetti in cui vivono pesci e nuotano bambini. Le stesse vengono utilizzate anche per certi usi domestici come sciacquoni e lavatrici, irrigazione del giardino e lavaggio delle auto.

La natura, comunque, ci aiuta in ogni modo quando ci impegnamo a conoscerla. I lombrichi sono ottimi depuratori di acque fognarie, così come i batteri, messi in condizione di lavorare. Il costo iniziale di ogni impianto innovativo viene ripagato dalla riduzione delle spese successive, dando un importante contributo alla sostenibilità ambientale e alla qualità della vita di tutti.