Italia inconsueta

Per trovare tutti gli articoli di questa categoria pubblicati finora, scorrete verso il basso, oppure cercate nel menu di destra, o consultate il menu orizzontale in alto alla voce I MIEI ARTICOLI.

I tabià: architettura rurale di qualità

by in Italia inconsueta

 

Nella zona bellunese del Cadore, i fienili tradizionali in legno, detti tabià, sono di tale bellezza da poter servire come modello di proporzioni e felice relazione col paesaggio. A Zoldo, Lozzo e vicinanze, alcuni sono rimasti interamente rustici, mentre altri sono stati restaurati e adattati ad abitazioni contemporanee. Fino a cinquant’anni fa, quando ancora […]

Il Monte Nuovo (NA)

by in Italia inconsueta

 

La porta del regno infero, gli antichi credevano si trovasse presso il lago d’Averno nei Campi Flegrei, pieni di piccoli vulcani e scossi da continui terremoti. L’impressione di accesso alle viscere della terra era rafforzata dall’odore nauseabondo dello zolfo quando brucia e che si sente nel basso vulcano chiamato solfatara, dall’accesso fin troppo facile. […]

L’orto botanico di Chiavenna si chiama Paradiso

by in Italia inconsueta, Piante

 

Già cinquecento anni fa uno dei due massi titanici su cui sta sospeso l’orto botanico di Chiavenna si chiamava Paradiso. Un nome ancora più perfetto, adesso che quel giardino ospita piante da tante parti del mondo così ben assortite. Si deve conquistare il premio di questo luogo incantato salendo scale e scalette, ma non […]

Villa della Torre a Fumane (VR): potenza degli elementi

by in Arte e cultura, Italia inconsueta

 

Nelle sale al piano terreno della cinquecentesca villa Della Torre a Fumane, la potenza degli elementi è celebrata da quattro camini fantastici. Sono enormi bocche spalancate di personaggi che hanno tratti umani e animali insieme, scolpite in marmo nel cinquecento da un artista amico di Giulio Romano: Giovan Battista Scultori. Uno ha fattezze […]

Antichi caseifici, i caselli reggiani

by in Arte e cultura, Italia inconsueta

 

In provincia di Reggio Emilia è ancora possibile vedere quelle che, per forme e proporzioni, sul momento sembrano cappelle religiose. Sono invece caseifici ottocenteschi per la lavorazione del parmigiano, che qui chiamano caselli. Hanno forma quadrata, rotonda o poligonale con le pareti di mattoni pieni disposti in modo da formare bellissimi trafori, che si […]

Saporiti fiori d’Ottobre: i Crocus sativus da zafferano

by in Alimenti, Italia inconsueta, Piante

 

Ci sono piante che riposano più a lungo delle altre, perché hanno meno bisogno di produrre giornalmente il loro cibo, per sopravvivere. Le sostanze nutritive le mettono da parte in una borsa ben nascosta sotto terra, in un tubero come la patata o in un bulbo come la cipolla, l’aglio, il croco. Sono autonome […]

La repubblica creata dalla sorte: Cospaia (PG)

by in Arte e cultura, Italia inconsueta

 

Quando Sansepolcro era stata ceduta dallo Stato Pontificio alla Repubblica di Firenze nel 1441, si era trovato un accordo per stabilire il confine lungo il ruscello chiamato Rio, che sgorgava dal Monte Gurzole e scendeva verso il Tevere. Nel suo itinerario, però, il corso d’acqua si divideva, circondando la collinetta di Cospaia, con […]